«L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.»

Dato che l’Italia è una Repubblica democratica, la sovranità, ossia il potere fondamentale dello Stato appartiene agli stessi Italiani.

ITALIA SOVRANA

La Sovranità appartiene al Popolo Italiano

BORGHI ▷ “Obbligare un vaccino in fase sperimentale è una leggerezza! Siamo l’unico paese a farlo!”

L’intervento del deputato leghista Claudio #Borghi nel corso della seduta n. 515 di martedì 25 maggio 2021: Esame del decreto sulle misure di contenimento del #Covid, vaccinazioni, giustizia e concorsi pubblici.

“Grazie, Presidente. Anticipo che il gruppo Lega lascia ai suoi membri libertà di coscienza su questo emendamento perché si ritiene che vi siano aspetti quantomeno problematici. Sono convinto anche che vi siano esigenze di tutela della salute dei cittadini in tutti i modi e così via, però non si può dimenticare che, su un tema come questo, vale a dire con l’#obbligo vaccinale per un #vaccino come quello per il COVID, tuttora in fase sperimentale, si sia agito secondo me con una certa leggerezza. E il fatto che si sia agito con una certa leggerezza è testimoniato dal fatto che il Garante per la privacy ha depositato una copiosa nota in Gazzetta Ufficiale, già pubblicata, dove dice che non è stato, innanzitutto, minimamente ascoltato e che ci sono aspetti critici su questo tipo di articolato. E non solo, si parla di demansionamento senza stipendio per tutti questi angeli, angeli senza problemi, e lo si fa senza discutere, perché purtroppo, come ha detto la collega, in questo ramo del Parlamento, non abbiamo avuto la fortuna di discutere di questo problema, che non mi sembra l’ultimo dei problemi, perché stiamo interferendo con la libertà della vita di professionisti con una certa tranquillità, come se fosse uno dei tanti emendamenti, come se fosse uno dei tanti provvedimenti. Bene, con questo articolo, senza possibilità di discuterlo appieno, perché anche in Commissione la discussione praticamente non c’è stata, indichiamo la possibilità che, qualora un medico non soggiaccia all’obbligo, a cui deve peraltro prestare consenso informato – immaginate un po’, c’è il consenso all’obbligo -, qualora non presti il consenso all’obbligo, dunque, può essere demansionato, e, se non c’è la possibilità di essere demansionato, può essere messo in sospensione senza stipendio. Vi sono argomenti che farebbero pensare che occorra una qualche delicatezza intorno al modo di legiferare; tenete presente che, se in Europa – quella che ogni tanto invochiamo – ci fosse questo provvedimento, potremmo dire: va bene, ci adeguiamo. Ma siamo solo noi! Ho provato a fare un’indagine per vedere chi nel mondo ha previsto l’obbligatorietà per i sanitari in merito al vaccino COVID e ho trovato solo il Costarica. Se per caso qualcun altro riesce a trovare altri Paesi, dalla tradizione legislativa forse un pochino più profonda, che hanno lo stesso provvedimento! Gli inglesi, appena è stata ventilata questa possibilità, l’hanno immediatamente liquidata come unbritish. Dal mio punto di vista, penso siano temi su cui si debba riflettere un po’ di più. Mi rendo conto che, purtroppo, siamo dal lato sfortunato delle due Camere, perché la discussione è stata fatta al Senato e a noi tocca purtroppo di recepire tutto quello che è stato fatto, perché altrimenti il decreto scade, e quindi pazienza, è andata così. Mi fido di quello che avranno fatto i colleghi al Senato, ma, così come al Senato la Lega ha lasciato libertà di coscienza ai suoi membri, anche qui alla Camera il gruppo della Lega avrà libertà di coscienza su questo voto, perché le problematiche non sono piccole”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *